Donau Chemie inaugura uno stabilimento...

Donau Chemie inaugura uno stabilimento per il trattamento delle acque a Kazincbarcika

Il 26 settembre 2012, l'austriaca Donau Chemie AG e la controllata ungherese DonauChem Kft, hanno posato la prima pietra, del valore di 6,4 milioni di euro, dello stabilimento per il trattamento delle acque a Kazincbarcika. La società si è aggiudicata l'appalto per la costruzione dello stabilimento nel corso di una competitiva gara d'appalto annunciata da BorsodChem lo scorso anno.

Il nuovo stabilimento per la produzione di cloruro ferrico (FeCl3) e policloruro di alluminio (PAC) lavorerà quantità importanti dell'eccesso di cloruro di idrogeno (HCl), il sottoprodotto della produzione di isocianato dello stabilimento di Kazincbarcika di Wanhua-BorsodChem. Il restante materiale HCl verrà parzialmente consumato dallo stabilimento di cloruro di vinile monomero (VCM), per la produzione di cloruro di polivinile (PVC) e come soluzione di acido cloridrico, destinata alla vendita nei paesi limitrofi.

L'unità con capacità di 100.000 tonnellate della società chimica distribuirà cloruro frerrico e policloruro di alluminio nei mercati di Austria, Bosnia, Bulgaria, Repubblica Ceca, Polonia, Romania, Serbia, Slovacchia e Ucraina.

I prodotti saranno utilizzati principalmente per la pulizia di acque potabili e reflue, così come di bagni pubblici e piscine. Secondo la Direttiva dell'Unione Europea sugli standard della qualità ambientale, per i prossimi anni è previsto un aumento significativo della domanda di prodotti chimici per il trattamento delle acque. Di conseguenza, grazie al nuovo stabilimento, l'Ungheria ha la possibilità di diventare nella regione, un importante centro per la produzione e l'esportazione di prodotti chimici.

Il sito darà lavoro a 25 operai e ne utilizzerà 50-60 durante la costruzione. Si prevede che il nuovo sito di Donau Chemie inizi le operazioni nell'aprile 2013.


DC-plant-jpg.jpg